Alice Coppini

vivo a Novara

sono nata a Novara nel 1991. Mi sono diplomata allo IED di Milano in illustrazione nel 2013. Ho fatto sei mesi di stage presso un’agenzia di comunicazione, l’esperienza non mi è piaciuta e così mi sono iscritta e diplomata al MiMaster a Milano nel corso di illustrazione nel 2015. Qualche volta faccio un po’ di serigrafia e di legatoria, guardo con interesse il mondo dell’autoproduzione, ma non mi ci sono mai cimentata davvero. Negli ultimi anni ho rivalutato la mia città, che prima consideravo solo triste. Adesso mi piace il suo passato, quando ho bisogno di liberare la mente vado a fare una passeggiata in campagna.

il quadro che avrei voluto illustrare… al momento, il quadro che avrei voluto dipingere io è “Il guado” di Alessandro Tofanelli. Raffigura un paesaggio dall’aria schematica ed estremamente silenziosa, ma non completamente muta. Il blu che ha usato è ipnotico.

ti consiglio Trainspotting e Skagboys di Irvine Welsh, la quadrilogia de “L’amica geniale” di Elena Ferrante, “Il racconto dell’ancella” di Margaret Atwood (il libro ma anche la serie tv), “Bellezza” di Hubert-Kerascoët, “Le figlie di Salem” di Thomas Gilbert, “Lupetto rosso” di Amelie Fléchais

nel (poco) tempo libero... prendo lezioni di canto a Milano, attualmente studio canto jazz (anche se il più delle volte mi sembra di capirci un po’ poco) e canto in un quintetto a cappella.

premi e riconoscimenti:

  • 2017 – selezionata per la Mostra degli illustratori alla Bologna Children’s Book Fair
  • 2017 – menzione alla Nami Island International Illustration Concours
  • “L’erba magica di Tu Youyou”, scritto da Xu Lu, edito da Editoriale Scienza, è stato tradotto in cinese e portoghese
  • “Il Signor Fortunato” scritto da Daniele Movarelli, edito da Giralangolo, è stato tradotto in bulgaro

Libri di Alice Coppini