Doctor Jackie e Miss Haide

Chi cammina nella nebbia di Edimburgo?

Una mattina, tra le nebbie autunnali, il giovane Stevenson si aggira per i dintorni di Edimburgo, città di boschi, streghe e spiriti, con il suo taccuino di scrittore. Ha solo quattordici anni, ma coltiva già la passione per l'avventura che metterà nei suoi romanzi. All'improvviso sente un sibilo e nel tronco d'albero accanto a sé vede conficcarsi uno stiletto. È così che fa la conoscenza di due intraprendenti e affascinanti gemelle: Jackie, dal piglio sicuro e dalla limpida bellezza, e Haide, più silenziosa e sfuggente. Le due sorelle si rivolgono a Stevenson: - Qualcuno sta per morire, e noi dobbiamo impedirlo. Sei dei nostri? Inizia così un'avventura a caccia di misteri, delitti e colpevoli.

  • I misteri delle creature del folklore scozzese, i vicoli bui di Edimburgo e la nebbia della brughiera, esplorati da tre giovani detective.

  • Un giovane Robert Louis Stevenson nei panni di un detective a caccia di mostri e storie.

GENERE Giallo/Mistero
TARGET 8+
EDITORE Piemme, 2021

GISELLA LATERZA

Gisella Laterza, durante l’università, inizia a collaborare con il “Corriere della Sera”, redazione di Bergamo. Un redattore le consiglia: “Per fare bene questo mestiere, devi andare a caccia di storie, passo dopo passo, consumando le scarpe”. Da allora non ha più smesso di scrivere e viaggiare. Possibilmente a piedi, e possibilmente perdendosi.Nel 2018 è tra i selezionati del concorso “A caccia di storie” e sale sull’albero di Book on a Tree. I suoi ultimi libri sono la serie “Doctor Jackie e Miss Haide”, scritta con Giada Pavesi per Il Battello a Vapore, e la raccolta di fiabe “La signora dei gomitoli” (Rizzoli).

 

GIADA PAVESI

Giada è cresciuta a Cremona guardando anime di nascosto e nascondendo fumetti nel cassetto delle calze. Per poter leggere tutto il giorno ha iniziato a studiare lingue e letterature straniere all’università di Milano e Leicester. Dall’anno di Erasmus le è rimasta la voglia di far festa e una playlist di pessima musica pop. Sostiene invece di aver un discreto gusto in fatto di serie tv, ma che la miglior soap opera resti sempre la mitologia greca. Ha lavorato come cameriera, animatrice, traduttrice, bibliotecaria e probabilmente altro. Ora di giorno si occupa delle pagine social di Book on a Tree e di notte scrive insieme alla sua gatta, Nike.