Christian Hill

vivo a Milano

Da un mix di germanità ed emilianità sono nato a Milano, una vita fa (ma questo vale un po’ per tutti, in fondo) e ho subito cominciato a smontare giocattoli per vedere come erano fatti dentro. Coerentemente, sono finito a studiare ingegneria. Indirizzo aeronautico, perché gli aerei sono il massimo. E poi volano. Poco prima di laurearmi ho capito che gli ingegneri veri non passano le giornate a smontare giocattoli, ma affogano invece in mari di calcoli un po’ meno entusiasmanti. Allora ho deciso di seguire le mie altre passioni: i giochi, la fotografia, la scrittura. Ho passato una manciata di anni a sviluppare giochi di ruolo e di miniature, un’altra dozzina a scrivere per una rivista di fotografia digitale e poi… sono finalmente arrivato a casa: la narrativa per ragazzi. E ora che sono a casa, e sono circondato da amici, rimango qui.

la storia che avrei voluto scrivere… pur rischiando di sembrare arrogante, e pur amando moltissime storie che ho letto nel corso degli anni, devo ammettere non ce n’è una che vorrei aver scritto io. Diciamo che la storia che vorrei scrivere è sempre quella che sarà nel mio prossimo libro. (Però va detto che avevo fatto un sacco di ricerche su Pancho Villa e la División del Norte, prima che un altro Christian pubblicasse Una lettera coi codini)

ti consiglio tra i libri: Neverwhere, di Neil Gaiman (meglio il libro – Nessun dove – ma anche la serie TV merita), oppure Ghiaccio-Nove, di Kurt Vonnegut. Per i fumetti: Strangers in Paradise, di  Terry Moore. Il mio film preferito: Rosencrantz e Guildernstern sono morti di Tom Stoppard; o, per citarne uno che non ho visto solo io, Il grande Lebowski, dei fratelli Coen. La serie TV: Bojack Horseman è incredibile, totale, cupa al punto giusto. Musica: ora è un momento Pendragon, spesso è comunque un momento prog rock. In ogni caso i brani devono entrarti dentro e strizzarti l’anima. Gazpacho (nel senso del gruppo norvegese, ma anche il piatto spagnolo!). Handsome Family, anche. Come videogioco Civilization è una malattia, ma sto curandomi.

nel (poco) tempo libero... sono appassionato di modellismo, musica (strimpellare il basso), giochi (soprattutto quelli con altri giocatori), costruire cose con il legno. E smontarne altre per vedere come sono fatte dentro (ancora).

premi e riconoscimenti:

  • Diversi libri sono tradotti all’estero in paesi come: Cina, Spagna, Turchia, Polonia, Lituania, Russia, Corea del Sud

Libri di Christian Hill